Come conciliare Smart working e Cyber Security

by admin

Le minacce alla sicurezza informatica sono il rischio più importante per chi lavora in smart working.

La possibilità di continuare l’attività lavorativa da casa, limitano ogni rischio per la salute personale, è una grande rivoluzione generata dal progresso tecnologico.

L’attività lavorativa in smart working è però potenzialmente pericolosa per la sicurezza dei dati informatici e la protezione delle informazioni sensibili aziendali o private. Sappiamo bene, infatti, che il lavoro da casa procede con l’uso di cloud, video conferenze e attività che comportano l’uso di sistemi informatici da remoto. L’utilizzo di massa di tutti questi sistemi ha aumentato la facilità di accesso da parte degli hacker.

Per limitare questi rischi basta adoperare delle soluzioni relative alle modalità con le quali ci si connette:

  • utilizzo di VPN, Virtual Private Network, per accedere alla rete aziendale. La VPN costituisce una connessione sicura limitando il rischio di intrusione attraverso reti non verificate;
  • I dispositivi per la connessione in smart working devono essere garantiti da sistemi antivirus e protezione anche dei contenuti degli hard disk;
  • Sistemi operativi e sistemi firewall devono essere sempre aggiornati all’ultima versione;
  • è necessario limitare anche internamente ogni accesso alle cartelle necessarie per lavorare;
  • ogni lavoratore deve essere consapevole dei rischi e delle strategie nel lavoro a distanza, in modo da utilizzare supporti e dispositivi in maniera sicura al 100%, a maggior ragione se siamo dell’idea che questa modalità di lavorare limitando i contatti potrebbe dare inizio ad una nuova era.
Apri chat
Serve aiuto?
Ciao, Come posso aiutarti?